Blog » Diario » Beatrice

Beatrice

fiocco_rosa
E’ arrivata!!! Finalmente…
Ore 10.08 di mattina, un angioletto fa il suo ingresso ufficiale nel mondo.
2,95 kg di puro splendore, tutto rosa, con occhioni blu come quelli del suo papà.
Mi arriva un sms per avvisarmi.
Sono al settimo cielo.Sto tornando dal San Raffaele e mi soffermo a guardare una bimba sui 3-4 anni, che gioca in metropolitana accanto alla mamma.
E mi ritrovo commossa come una bambina che vede la neve a Natale.
Lo sai, te lo aspetti. Ma vederla è sempre una sorpresa. E’ il coronamento di tutto.
Rende tutto incredibilmente perfetto.

Dopo una serie sfigata di vicissitudini ferroviarie sfigate, arrivo a Magenta.
Un minuto e sono in Ostetricia dalla Dani.
C’è il Giò e la Dani e Beatrice.
Lui la tiene in braccio con così tanta dolcezza e naturalezza da sembrare quasi surreale.
Resto piacevolmente ammutolita davanti ad un quadretto tanto adorabile.

La Dani è ancora reduce del cesareo. Qualche antidolorifico, un po’ di stanchezza. Ma è felice, serena e si vede.
La guardo e provo un gioia che non avrei mai pensato di sperimentare.
Lei, sdraiata sul letto, con accanto Beatrice, mentre il Giò le guarda estasiato.
Sono felice, davvero.
“Beatrice, guarda… la zia Laura”, sussurra la Dani, mentre le accarezza la manina. E il Giò incalza “vienici a trovare più spesso!”.

Hai ragione Giò, sono proprio una pessima amica, presa da mille impegni da donna single, sotto sotto un po’ sfigatella.
Mi dimentico spesso di dire alle persone che amo… che le amo.
E di fare cose stupide e semplici, come andarle a trovare. Berci un caffè. Fare una diavolo di telefonata.
E’ vero, lo dicono tutti, è un mio difetto. Enorme.

Il fatto è che non perchè non telefono, non perchè non mi faccio viva, voglio meno bene.
Ne voglio tanto, anche più di quel che potete pensare e vi penso, voi e molti altri, spessissimo.
E se capita il momento no, a differenza di molti “amici”, sapete che basta un colpo di telefono ed io ci sono.
Sempre. Perchè il mio affetto non si fonda solo sul condividere serate e risate nel we.
Se c’è, è vero, reale, per sempre. Se c’è, su di me si può davvero contare.

Vi voglio bene ragazzi. Grazie per il sorriso di Beatrice. Grazie per averlo condiviso con me.

Commenti