Blog » Diario » Dea bendata

Dea bendata

Cosa fareste se vi fosse dato conoscere il giorno e l’ora esatta nel quale la vostra vita potrebbe drasticamente cambiare? Una di quelle strane situazioni, una congiunzione astrale, chessò! Ti trovi stranamente nel posto giusto, al momento giusto. Hai comprato il biglietto, sai che domani ci sarà l’estrazione della lotteria e sai che potresti vincere. Ma non una di quelle lotterie con milioni di concorrenti. Una lotteria piccola piccola, coinvolgente solo una manciata di persone, probabilmente meno delle dita di una mano. Ma comunque, con un premio estremamente alto ed una probabilità altissima di farlo tuo.
E la paura dell’ignoto esplode. Non si è fatto granchè per ottenere una vittoria, tantomeno per partecipare. Si è solo lottato, negli anni, per guadagnare sufficienti soldi per poter comprare, un giorno, il biglietto. Sperando che qualcuno te lo offrisse. Ed ecco che qualcuno te lo offre. E tu lo prendi, senza pensarci, convinto che tutto svanirà in una bolla di sapone velocemente. E invece no. E’ tutto vero. L’estrazione si fa e si fa domani.
Cosa farci poi con quel premio? si diventa davvero una persona diversa una volta vinto? Cosa cambia, davvero, nella tua vita?
Domande infinite, senza risposta, che lasciano il cuore a tamburellare nel petto, al ritmo dei secondi che lo separano dalla scoperta del risultato. Una lunga interminabile eccitante spaventosa attesa. Che ne sarà domani del mio ieri, tanto mediocre da essere rassicurante e tanto bello da rendermi fiera di averlo ottenuto con le mie sole forze?
Il Dalai Lama disse “Le decisioni sono un modo per definire se stessi. Sono il modo per dare vita e significato ai sogni. Sono il modo per farci diventare ciò che vogliamo”. Io ho un sogno ed ho deciso. Ora sta alla dea bendata fare il suo gioco.
Incrociamo forte forte le dita. Comunque vada, sarà un successo!

Commenti