Blog » Psicopillole » E’ il tuo atteggiamento ad imprigionarti

E’ il tuo atteggiamento ad imprigionarti

atteggiamento

Una storia narra che in India, quando catturano elefanti ancora piccoli, per trattenerli li legano ad un paletto sufficientemente robusto. Nonostante ci provino ripetutamente, i piccoli elefanti non riescono a liberarsi. 
Col passare degli anni gli elefanti diventano adulti e forti.
Nonostante ciò, rimangono attaccati allo stesso paletto.
Potrebbero facilmente sradicarlo, ma non sanno di poterlo fare.
Anche noi, proprio come gli elefanti, una volta adulti rimaniamo legati a schemi mentali ormai obsoleti che soffocano le nostre potenzialità, e crediamo che questi costituiscano una realtà immutabile.
La maggior parte delle nostre convinzioni sono basate sulle nostre esperienze, sul pensiero dei genitori, degli insegnanti, della collettività, della classe sociale a cui apparteniamo: abbiamo assorbito un’enorme quantità di idee che nella vita diamo poi per scontate, senza neppure sospettare che scontate non lo sono affatto.
Quando pensiamo ad esempio “non sono capace, non ci riuscirò mai”, siamo vittima di una convinzione che ci sta di fatto impedendo di provare a fare quella cosa e che, dunque, ci fa fallire in partenza. Così facendo ci sentiremo davvero incapaci, rinforzando lo schema mentale iniziale e finendo col rimanere incatenati “al nostro paletto”.
Non siamo consapevoli che qualsiasi schema mentale, qualsiasi convinzione che ci limiti, possa essere rimesso in discussione e modificato, esattamente come l’elefante non si rende conto di poter ottenere facilmente la libertà dal paletto che lo tiene prigioniero.
Abbiamo il potere di liberarci di tutti i paletti che ci tengono incatenati a quella che crediamo essere l’unica realtà possibile.
Il segreto è comprendere che non esiste una realtà oggettiva: è il nostro personale modo di percepire il mondo che crea la realtà che viviamo. Quando ci accorgiamo che non è un destino ostile che ci impedisce di essere felici, ma il nostro atteggiamento verso la vita, smettiamo di sentirci indifesi e ci riappropriamo del nostro potere di scegliere.

Anche voi sentite di avere schemi mentali e convinzioni che vi limitano?
Scrivetemi ciò che pensate nei commenti e se questa storia vi è sembrata utile, condividetela! 

Buona giornata e buona settimana da Laura Duranti – Psicologa!

Commenti