Blog » Viaggi & Svago » Maiorca » Il Colosseo: l’Italia a Maiorca

Il Colosseo: l’Italia a Maiorca

Amo viaggiare e scoprire culture differenti dalla mia, sia per modi che per gusti e tradizioni.
Dunque, normalmente, all’estero evito come la peste la cucina italiana, anche perchè nella stragrande maggioranza dei casi, si rivela uno scimmiottamento mal riuscito di piatti che amo.
Non essendomi documentata prima a dovere (malissimo!!) su Maiorca e su dove mangiare, mi sono ritrovata aimè nei ristoranti lungomare ad esser preda dello spennamento del turista, ovvero di ristoranti che proponevano cibi immangiabili, spesso surgelati cotti pure male, da veri e propri crampi allo stomaco.

Così, una sera, camminando lungomare verso il porto alla ricerca di un posto in cui cenare, vedo sull’angolo questa pizzeria.

Il Colosseo….

pizza-il-colosseoMai e poi mai entrerò in un locale italiano, mi dico. E invece…

Ecco comparire il proprietario. Un signore simpatico, italianissimo di Vigevano, che da 23 anni ormai vive e lavora a Maiorca.

Vedendo la pizzeria affollata (con molte persone in coda fuori in attesa), mi convinco a dare uno sguardo e mentre guardo il menù appeso fuori (con prezzi nettamente inferiori al costo di una pizza a Milano!!) intravedo la pizza sui tavoli e l’aspetto e il profumo mi convincono a mettermi subito in coda, in attesa del primo tavolo disponibile.

Essendo ormai le 21.30 passate, il tavolo arriva presto e ci accomodiamo, ordinando al volo una pizza margherita e un’acqua da 1 litro. Dietro di noi, all’interno del locale (che ha uno splendido dehor con vista sul porto e sulla baia di Can Pastilla), un fantastico forno a legna e tutta l’aria di un’Italia genuina, difficilmente ritrovabile all’estero.

In un lampo ecco comparire la nostra pizza.
Che dire… Meravigliosa.
Veri ingredienti italiani, vero stile napoletano, cotta a legna alla perfezione.
Se non fosse perchè ero sazia, per pura gola ne avrei ordinato subito un’altra.
Sui tavoli, olio extravergine e … i grissini italiani “fagolosi“, come in una vera pizzeria nostrana.
Nei tavoli vicini, pasta ottima e in quantità (le dimensioni sono enormi), caprese, impepata di cozze, carne, ecc… I commenti erano tutti ottimi, coi complimenti a chef e pizzaiolo.

caffè-e-limoncelloIl clima accogliente, l’aria di casa, una pizza che difficilmente ho mangiato altrettanto buona persino a Milano, ci hanno riportato in questo locale altre volte durante il nostro soggiorno.
Probabilmente, l’unico locale che non spenna il turista (affatto!) e che cucina bene, sul lungomare di Can Pastilla!

In tutto, 1 acqua da 1 lt, 2 pizze, 2 caffè (espressi VERI e buoni!!) e due limoncelli (italianissimi!), per un totale di 22 euro. Incredibile!
Sebbene all’estero sia bello sperimentare la cucina e i sapori locali, consiglio vivamente questo locale per la cordialità e la qualità della cucina che è nettamente superiore a moltissime pizzerie italiane e che può essere un buon “salvagente” per chi è stufo di farsi spennare inutilmente dai locali lungomare che propongono solo paella surgelata.

Commenti

I commenti sono chiusi.