Blog » Psicopillole » La festa dei nonni, per ricordarci quanto sono importanti!

La festa dei nonni, per ricordarci quanto sono importanti!

festa-dei-nonni

Oggi, 2 ottobre, si celebra la Festa dei nonni, ricorrenza civile introdotta in Italia con la Legge 159 del 31 luglio 2005, quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società.

E il loro ruolo, festa o non festa, è importante per davvero.

Ieri pomeriggio, rientrando in studio, ho incrociato una fila di passeggini che uscivano in modo chiassoso e ordinato da un asilo li vicino. Dietro ogni passeggino, un nonno. Una di loro, tutta preoccupata e trafelata, ripeteva alla nipotina “amore, adesso andiamo a casa e la puliamo tutta quella cacca! Lo so che ti da fastidio! Chissà come hanno fatto a non accorgersene le maestre!”

La cosa curiosa era che la bambina nel passeggino non dava assolutamente l’aria di essere contrariata e anzi, se ne stava serenissima e sorridente, guardando gli alberelli del parchetto li a lato.

Ma i nonni, sarà che temono di sbagliare ed essere rimproverati o sarà che verso i nipoti sono più “emotivi” ed empatici, a volte capita che per un eccesso d’amore si preoccupino persino più del dovuto.

Al di là del divertente siparietto, questo incontro fortuito mi ha fatto molto riflettere.

 

Cosa avrebbero fatto tutte quelle famiglie se non avessero avuto la presenza forte di un nonno, aperto e disponibile, pronto a sostenerli nella cura dei figli?

In un momento socioeconomico tanto delicato, i nonni sono coloro che in più modi hanno tenuto insieme il “sistema famiglia” italiano. Sono quelli che aiutano le famiglie economicamente, certo. Ma sono soprattutto quelli che aiutano i propri figli, gestendo a volte per loro la casa, andando a prendere i nipotini all’asilo o a scuola e facendogli spesso e volentieri da “vice genitori” nelle ore in cui i genitori veri sono al lavoro e devono cercare di far fronte agli innumerevoli problemi ai quali una giovane famiglia va incontro oggigiorno.

Ma sebbene sembri già moltissimo, i nonni non sono solo questo.

In un paese che legge sempre meno e si affida alla “cultura di internet” quale unica fonte per imparare, i nonni costituiscono una risorsa preziosa: memoria storica di questo paese e carichi di esperienza personale, hanno la possibilità con i racconti e con l’esempio, di trasmettere ai nipoti quella “cultura” che da sempre passa di generazione in generazione, fondata sull’ascolto, sul rispetto, sul condividere tempo di qualità insieme, insegnando non solo nozioni, ma tramandando anche valori.

E se il resto si può trovare sui libri, i valori li si può apprendere solo nel rapporto interpersonale, grazie a qualcuno che sia li e ti stia vicino, essendo presente mentre cresci e diventi grande.

Ecco. Per questi motivi io voglio dire grazie a tutti i nonni.

Prima fra tutte a mia madre, ora diventata nonna, che si illumina ogni volta che sente dire il suo nome dal mio nipotino di 5 anni…. al quale perdona cose che a me non avrebbe perdonato nemmeno in 10 vite.

Ma l’amore dei nonni è anche questo. Compensare, amando in modo diverso, viziando a volte, come magari non si è potuto fare coi propri figli, perchè si era troppo presi dai mille problemi quotidiani, dalla casa, dalle cose da fare.

Grazie perchè se il nostro Paese regge, lo fa anche grazie a voi, al sostegno che date; alla famiglia intesa per intero che, grazie a voi, si fa forte di risorse che altrimenti non avrebbe mai potuto avere.

Cosa farete oggi per festeggiare i nonni?

In tutta Italia sono in atto numerose belle iniziative, per coinvolgerli e integrarli nella famiglia sostenendo la relazione nonno-nipote, così da valorizzare il legame.

Per i nonni è stato anche istituito un premio speciale, consegnato ogni anno al nonno e alla nonna d’Italia dal presidente della Repubblica. Tra le tante iniziative, la città di Milano propone la visita-racconto della mostra che Palazzo reale dedica a Chagall: per i nonni e i loro nipotini (di età compresa tra i 6 e i 10 anni), su prenotazione, una visita speciale in cui si scoprirà il bambino Marc e il pittore che poi diventò attraverso le “parole dei nonni di Chagall”; a seguire, dalle 17.30 alle 19, presso le gallerie d’Italia di Piazza della Scala, un evento speciale tutto dedicato ai i nonni.

A Udine si terrà una serata di grande spettacolo al Palamostre di piazzale Diacono, con lo spettacolo del gruppo teatrale “Buine Blave di Mortean”, l’intermezzo musicale del cantautore Dario Zampa e il gran finale con il bravissimo prestigiatore Lucien. A Roma, presso il Palalottomatica Eur, la terza edizione della festa dei nonni, istituita nel 2005 dal Parlamento per valorizzare la terza età. Festa grande, infine, anche a Palermo, nel Parco di Villa Trabia.

E se invece la vostra idea fosse quella di realizzare semplici lavoretti coi vostri figli per celebrare questa festa, vi lascio al noto blog del Maestro Roberto, che di idee ne ha collezionate davvero tante e tutte bellissime!

 

E voi come festeggerete questa ricorrenza?

Scrivetemelo nei commenti!

 

 

 

 

 

Commenti