Blog » Psicopillole » Sali su un elicottero: cambia prospettiva

Sali su un elicottero: cambia prospettiva

elicottero

Sali su un elicottero e cambia prospettiva. Cosa significa? Vediamolo con un esempio pratico.

Hai appena terminato di litigare pesantemente col tuo partner. E’ l’ennesima lite e rabbia e delusione prendono il sopravvento, mentre la tua visione della relazione diventa sempre più nera via via che ci ripensi. I pensieri si rincorrono veloci: continui a rimuginare su ciò che è accaduto, su ogni singolo particolare. Più ci ripensi e più ti sembra che tutto sia “terribile” e “insuperabile”. “Basta, lo lascio”, inizi a pensare.

Ti è mai capitato di sentirti così?

Magari non ti è capitato nella tua relazione sentimentale, ma potrebbe esserti capitato nella tua quotidianità, ad esempio sul lavoro.

Proviamo ad immaginare una situazione tipo: il capo ti convoca e ti dice di non essere soddisfatto del tuo ultimo lavoro. Tu sai di esserti impegnato al massimo, per riuscire a portare a termine gli obiettivi che il tuo capo ti aveva dato. Dentro di te inizia a montare rabbia, che si mischia velocemente alla delusione e alla tristezza. Continui a rimuginare su ciò che il capo ti ha detto, ripensando a tutti gli sforzi che hai fatto. Più ci pensi e più l’emozione negativa diventa forte, intensa, pervasiva, finendo per inglobare tutti i pensieri, in una visione totalmente pessimistica, che non ti permette di trovare l’appiglio per reagire e uscirne.

vista da un elicottero

Quando qualcosa ci angoscia fortemente, è perché gli siamo troppo “vicini”.

Ciò fa sì che emotivamente ne siamo troppo coinvolti e diventiamo un tutt’uno con il problema. Questo ci rende davvero difficile allontanarci da ciò che sta accadendo.

Ci comportiamo insomma come lo stolto che continua a guardare il dito, anziché vedere la luna. Guardiamo il problema troppo da vicino, fissandoci sul particolare, senza riuscire a vedere nient’altro.

Come si fa quindi ad uscirne?

Quando ti capita di sperimentare una situazione simile, prova a fare un respiro profondo e ad allontanare il tuo punto di vista, così da allargare l’immagine: immagina di guardare il problema salendo su di un elicottero. Quando sei ancora a terra, la tua visione del problema è totalizzante e l’emozione ti pervade.

Mentre l’elicottero decolla, sempre più in alto, inizi ad avere una visione più ampia, a vedere un quadro che diventa sempre più grande e sei via via meno coinvolto dai dettagli.

Non tutto è come sembra: sali su un elicottero !

Sali su un elicottero e ripensa agli esempi di prima. Potresti razionalizzare i pensieri che riguardano la tua relazione. Guardandolo da lontano, potresti smettere di rimuginare sui particolari di quel litigio.

visione elicottero

Potresti capire che ciò che è accaduto non è sintomo di mancanza di amore, ma di contingenze esterne sulle quali puoi intervenire. Potresti vedere che non è tutto nero come pensavi in quel momento e che con il tuo partner vi sono anche momenti belli e positivi. Ma, allontanandoti con la mente dal problema e guardandolo da un punto di vista più generale e ampio, potresti razionalizzare anche nella situazione lavorativa.  Potresti comprendere che, anche se davvero il tuo capo non dovesse essere soddisfatto del tuo operato in quello specifico compito, questo non significa che tu non sia in generale considerato adeguato e bravo per il tuo lavoro. Si tratta insomma solo di un compito e non di tutta la tua carriera professionale.

Quindi, quando sali su un elicottero, allontanandoti mentalmente da una situazione emotiva, puoi vedere le cose molto più chiaramente e razionalmente, riuscendo a trovare così più facilmente anche le risorse emotive e cognitive per far fronte al problema.

Quando ti capiterà nuovamente di sperimentare una situazione di questo tipo, nella quale senti di essere rimasto vittima di un’emozione negativa che sta via via diventando sempre più grande, prova a mettere in atto questo semplice escamotage, usa le domande dello schema qui sopra e fammi sapere se ti è utile, commentando qui sotto!

Libri utili per approfondire:

Commenti