Blog » Viaggi & Svago » Waiting for Vietnam: il dado è tratto!

Waiting for Vietnam: il dado è tratto!

vietnam
Waiting for Vietnam. Ultime creme solari da comprare.
Telefono che squilla come non mai: i pazienti che si scompensano con l’aspettativa di tre settimane di completo silenzio.
Guardo la cartina che l’altra sera ci hanno mostrato, il nostro spazio di navigazione e mi emoziono.
Ho davvero voglia di questo viaggio. Troppa.
Troppe delusioni questo luglio. Tante cose belle, certo.
Ma staccare la mente da tutto quello che mi è successo, davvero è un sollievo.
E la, ne sono certa, dimenticherò. E la mia gastrite ne trarrà sicuro giovamento.

Niente di meglio del sole, del mare, del nulla, di una birra con amici, tante risate e tanti sorrisi. Ne ho bisogno come l’aria. E so che ne troverò a fiumi.
I bagagli sono pronti. Il mio borsone sembrava molto più piccolo al momento dell’acquisto. Ora, quasi imbarazzata, lo guardo stracolmo e mi chiedo che diamine ci ho messo per riempirlo tanto. Forse sarebbe meglio cambiarlo con uno più piccolo. Forse.

Ma ormai si parte. E chi se ne frega di tutto! Comunque vada sarà un successo.
Il mio oroscopo diceva che ad agosto avrei trovato il grande amore. Che sia vietnamita?! ahahahha… scherzo!
Io, una mezza idea dopo l’incontro pre-partenza dell’altro giorno, ce l’avrei anche.
Ma staremo a vedere!

Se avete bisogno di me, beh… sbrigatevi a contattarmi! Rispondo al cell solo fino alle 10.30 di domattina. Ora del check-in. Poi stacco tutto. Bisogna fare economia di batterie!!
Quindi, per gli eventuali saluti, non tardate.
Da domani diventerò ufficialmente “irreperibile” per tre lunghissime settimane.
La Laura sparita nel nulla. Questa cosa mi piace. Non l’ho mai fatto, ma la sensazione è davvero bella. Situazione “isola dei famosi”, arrivo!
Dio… che emozione…

Commenti